😀Acufeni: Benefici dell’osteopatia nel trattamento dei dolori muscolari associati agli acufeni.

Acufeni: Quali sono i 5 benefici che si possono ottenere con il trattamento Osteopatico ?

1. Riduzione del dolore muscolare e della tensione: L’osteopatia mira a riequilibrare il corpo e alleviare le tensioni muscolari, che spesso contribuiscono ai sintomi dell’acufene. Le tecniche manuali delicate dell’osteopata possono aiutare a rilassare i muscoli contratti nel collo, nella testa e nelle spalle, migliorando la circolazione sanguigna e alleviando la tensione dolorosa.

2. Miglioramento della mobilità articolare: Rigidità e disfunzioni articolari, specialmente nella colonna vertebrale e nella mascella, possono influenzare la circolazione e la sensibilità nervosa, peggiorando l’acufene. L’osteopatia lavora per migliorare la mobilità articolare, riducendo la compressione sui nervi e sui vasi sanguigni che possono contribuire al disturbo.

3. Rilascio di endorfine: Le manipolazioni osteopatiche possono stimolare il rilascio di endorfine, le naturali endorfine analgesiche del corpo. Queste endorfine aiutano a ridurre la percezione del dolore e promuovono una sensazione di benessere generale, contrastando gli effetti negativi dello stress sull’acufene.

4. Riduzione dello stress: Lo stress cronico è un fattore che può esacerbare i sintomi dell’acufene. L’approccio olistico dell’osteopatia favorisce il rilassamento e il senso di benessere, aiutando a gestire lo stress e i suoi effetti negativi sull’acufene e sulla salute generale.

5. Miglioramento della qualità del sonno: La difficoltà a dormire è un sintomo comune associato all’acufene. L’osteopatia, alleviando dolore, tensione e stress, può favorire un sonno più ristoratore e quindi migliorare la qualità della vita di chi soffre di acufene.

Come sfiammare gli acufeni ?

I farmaci più frequentemente utilizzati in caso di acufene sono gli antiaritmici, come la lidocaina, mexiletina, flecainide e gli antidepressivi a basso dosaggio con lo scopo di aumentare la soglia di eccitabilità del sistema nervoso implicato nella conduzione e percezione dei suoni.

La terapia da associare all’Osteopatia ?

Dagli anni ’90 la TRT, acronimo di Tinnitus Retraining Therapy, ovvero terapia di riallenamento o di riprogrammazione dell’acufene, porta un aiuto reale ed efficace a chi soffre di acufene e iperacusia.1

Acufeni: Tutto quello che c’è da sapere

L’acufene, comunemente conosciuto come ronzio nelle orecchie, è un disturbo uditivo che colpisce circa il 15-20% della popolazione. Si manifesta come un suono fastidioso e persistente, percepito in una o entrambe le orecchie. Sebbene la causa precisa degli acufeni rimanga sconosciuta, si ritiene che sia associata a una combinazione di fattori, tra cui:

  • Danni alle cellule ciliate dell’orecchio interno: Le cellule ciliate sono microscopiche cellule sensoriali situate nell’orecchio interno che trasmettono le informazioni sonore al cervello. Se queste cellule vengono danneggiate, possono inviare segnali elettrici errati al cervello, che vengono percepiti come rumore.
  • Disfunzione del sistema nervoso uditivo: Il sistema nervoso uditivo è responsabile dell’elaborazione e dell’interpretazione dei segnali sonori provenienti dall’orecchio interno. Se questo sistema non funziona correttamente, può portare all’acufene.
  • Aumento della percezione del suono: In alcuni casi, gli acufeni possono essere causati da un aumento della percezione del suono da parte del cervello. Ciò può accadere a causa di esposizione a rumori forti, stress o altri fattori.
cause acufeni atm

Sintomi associati agli acufeni

Oltre al ronzio fastidioso, gli acufeni possono causare anche una serie di altri sintomi, tra cui:

  • Dolore muscolare e tensione
  • Vertigini e capogiri
  • Affaticamento
  • Difficoltà di concentrazione
  • Ansia e depressione

Come può aiutare l’osteopatia

L’osteopatia è un approccio olistico alla cura della salute che si concentra sul ripristino dell’equilibrio e dell’armonia nel corpo. Gli osteopati utilizzano una varietà di tecniche manuali delicate per manipolare le ossa, i muscoli e le articolazioni, al fine di alleviare il dolore, migliorare la mobilità e promuovere la guarigione.

In particolare, l’osteopatia può essere utile nel trattamento dei dolori muscolari associati agli acufeni in diversi modi:

  • Riduzione della tensione muscolare: Le tecniche di manipolazione osteopatica possono aiutare a rilassare i muscoli tesi e contratti nel collo, nella testa e nelle spalle, che possono contribuire ad alleviare il dolore e migliorare la circolazione sanguigna.
  • Miglioramento della mobilità articolare: L’osteopatia può aiutare a migliorare la mobilità delle articolazioni della colonna vertebrale e della mascella, che può ridurre la compressione dei nervi e dei vasi sanguigni che possono contribuire agli acufeni.
  • Rilascio di endorfine: Le manipolazioni osteopatiche possono attivare il rilascio di endorfine, le naturali endorfine analgesiche del corpo, che possono aiutare a ridurre il dolore e migliorare il senso di benessere.
  • Riduzione dello stress: Lo stress può esacerbare gli acufeni. L’osteopatia può aiutare a ridurre lo stress promuovendo il rilassamento e il senso di benessere generale.

È importante notare che l’osteopatia non è una cura per gli acufeni. Tuttavia, può essere un trattamento efficace per alleviare i dolori muscolari e altri sintomi associati agli acufeni, migliorando la qualità della vita delle persone che ne soffrono.

Cosa aspettarsi da un trattamento osteopatico

La prima visita da un osteopata generalmente include una valutazione completa della tua salute generale e dei tuoi sintomi. L’osteopata ti chiederà della tua storia medica, eseguirà un esame fisico e potrebbe richiedere esami diagnostici. Sulla base di queste informazioni, l’osteopata svilupperà un piano di trattamento personalizzato per te.

Il trattamento osteopatico per gli acufeni in genere comporta una serie di sessioni, ognuna della durata di circa 30-60 minuti. Durante la sessione, l’osteopata utilizzerà una varietà di tecniche manuali delicate per manipolare le ossa, i muscoli e le articolazioni.

Se sei interessato a saperne di più su come l’osteopatia può aiutarti a gestire gli acufeni, consulta un osteopata qualificato.

Gli acufeni, comunemente noti come ronzio nelle orecchie, colpiscono circa il 15-20% della popolazione.

Sebbene la causa precisa degli acufeni rimanga sconosciuta, si ritiene che sia associata a una combinazione di fattori, tra cui danni alle cellule ciliate dell’orecchio interno, disfunzione del sistema nervoso uditivo e aumento della percezione del suono.

Oltre al fastidioso ronzio, gli acufeni possono anche causare una serie di altri sintomi, tra cui:

  • Dolore muscolare e tensione
  • Vertigini e capogiri
  • Affaticamento
  • Difficoltà di concentrazione
  • Ansia e depressione

Come può aiutare l’osteopatia

L’osteopatia è un approccio olistico alla cura della salute che si concentra sul ripristino dell’equilibrio e dell’armonia nel corpo. Gli osteopati utilizzano una varietà di tecniche manuali delicate per manipolare le ossa, i muscoli e le articolazioni, al fine di alleviare il dolore, migliorare la mobilità e promuovere la guarigione.

In particolare, l’osteopatia può essere utile nel trattamento dei dolori muscolari associati agli acufeni in diversi modi:

  • Riduzione della tensione muscolare: Le tecniche di manipolazione osteopatica possono aiutare a rilassare i muscoli tesi e contratti nel collo, nella testa e nelle spalle, che possono contribuire ad alleviare il dolore e migliorare la circolazione sanguigna.
  • Miglioramento della mobilità articolare: L’osteopatia può aiutare a migliorare la mobilità delle articolazioni della colonna vertebrale e della mascella, che può ridurre la compressione dei nervi e dei vasi sanguigni che possono contribuire agli acufeni.
  • Rilascio di endorfine: Le manipolazioni osteopatiche possono attivare il rilascio di endorfine, le naturali endorfine analgesiche del corpo, che possono aiutare a ridurre il dolore e migliorare il senso di benessere.
  • Riduzione dello stress: Lo stress può esacerbare gli acufeni. L’osteopatia può aiutare a ridurre lo stress promuovendo il rilassamento e il senso di benessere generale.

Cosa aspettarsi da un trattamento osteopatico

La prima visita da un osteopata generalmente include una valutazione completa della tua salute generale e dei tuoi sintomi. L’osteopata ti chiederà della tua storia medica, eseguirà un esame fisico e potrebbe richiedere esami diagnostici. Sulla base di queste informazioni, l’osteopata svilupperà un piano di trattamento personalizzato per te.

Il trattamento osteopatico per gli acufeni in genere comporta una serie di sessioni, ognuna della durata di circa 30-60 minuti. Durante la sessione, l’osteopata utilizzerà una varietà di tecniche manuali delicate per manipolare le ossa, i muscoli e le articolazioni.

Come disattivare i trigger point associati all’acufene

Nella pratica clinica ho notato che molti pazienti che soffro di acufene hanno diversi trigger point a livello cervicale e mandibolare

I trigger point miofasciali sono punti dolorosi e iperirritabili che si formano all’interno dei muscoli. Possono causare dolore locale, dolore riferito in altre parti del corpo e persino acufeni.

Esistono diverse tecniche che possono essere utilizzate per disattivare i trigger point, tra cui:

  • Pressione sostenuta: Questa tecnica consiste nell’applicare una pressione profonda e costante sul trigger point per 30-60 secondi. La pressione può essere applicata con un dito, un gomito o uno strumento specifico.
  • Rilascio posizionale: Questa tecnica consiste nello stirare il muscolo interessato fino a quando il trigger point non viene attivato, quindi mantenere lo stiramento per 30-60 secondi mentre si respira profondamente.
  • Dry needling: Questa tecnica consiste nell’inserire un ago sottile nel trigger point. L’ago viene quindi manipolato per rilasciare la tensione muscolare.
  • Terapia con massaggi: Il massaggio può aiutare a rilassare i muscoli tesi e ridurre il dolore. Tuttavia, è importante trovare un massaggiatore esperto nel trattamento dei trigger point.

È importante notare che la disattivazione dei trigger point può essere un processo doloroso. Tuttavia, il dolore è generalmente di breve durata e gli effetti benefici del trattamento dovrebbero durare nel tempo.

Se ritieni che i trigger point possano essere la causa dei tuoi acufeni, è importante consultare un professionista sanitario qualificato per una valutazione e un trattamento. Un professionista sanitario, come un fisioterapista, un osteopata o un medico qualificato nella terapia dei trigger point, potrà valutare la tua situazione e sviluppare un piano di trattamento individuale per te.

Oltre alla disattivazione dei trigger point, ci sono altre cose che puoi fare per gestire i tuoi acufeni e migliorare la tua qualità della vita, tra cui:

  • Riduzione dello stress: Lo stress può esacerbare gli acufeni. Tecniche di rilassamento come yoga, meditazione e respirazione profonda possono essere utili per ridurre lo stress.
  • Protezione dell’udito: Evitare rumori forti e indossare protezioni per l’udito quando necessario può aiutare a prevenire ulteriori danni all’udito e peggioramento degli acufeni.
  • Modifiche dello stile di vita: Una dieta sana, esercizio fisico regolare e sonno sufficiente possono aiutare a migliorare la salute generale e ridurre i sintomi degli acufeni.
  • Terapia del suono: La terapia del suono può essere utile per mascherare gli acufeni e renderli meno fastidiosi. Esistono diversi tipi di terapia del suono disponibili, tra cui l’ascolto di suoni naturali, musica rilassante o rumore bianco.

Con il trattamento e la gestione adeguati, puoi vivere una vita piena e produttiva nonostante gli acufeni.

Come sfiammare gli acufeni ?

I farmaci più frequentemente utilizzati in caso di acufene sono gli antiaritmici, come la lidocaina, mexiletina, flecainide e gli antidepressivi a basso dosaggio con lo scopo di aumentare la soglia di eccitabilità del sistema nervoso implicato nella conduzione e percezione dei suoni.

Qual’è la terapia per gli acufeni ?

Dagli anni ’90 la TRT, acronimo di Tinnitus Retraining Therapy, ovvero terapia di riallenamento o di riprogrammazione dell’acufene, porta un aiuto reale ed efficace a chi soffre di acufene e iperacusia.1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
Chiamami al 3384090012 oppure inviami un messaggio su whaztapp